L’arte di essere Chef!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Essere Chef!

Oggi giorno, soprattutto grazie alle decine di trasmissioni inerenti la cucina, la parola Chef è ormai sulla bocca di tutti e sembra che ognuno sappia cosa sia uno Chef. Ma è proprio vero che si sa davvero cosa sia uno Chef? E, soprattutto, chi è?
Secondo Wikipedia “lo Chef è una figura professionale della ristorazione, responsabile della cucina. È incaricato della creazione del menù, delle ricette e dell'intera sorveglianza della loro realizzazione, sceglie e forma il personale necessario a costituire una valida brigata di cucina che lo supporti. Si tratta di un cuoco altamente qualificato, competente in tutti gli aspetti della preparazione del cibo”.

Leggendo la definizione sopra riportata, si evince che lo Chef è comunque un cuoco (ovvero, una persona che ha competenze tali da poter preparare pietanze per altre persone, dal punto di vista professionale). Di sicuro è quello più “importante” nella cucina di un ristorante ed è certo che non tutti i cuochi possono fregiarsi del titolo di Chef benché, bisogna ammetterlo, sono in molti che si auto “eleggono” Chef.

Si è detto che lo Chef è il responsabile della cucina, incaricato di creare menù, ricette e così via. Egli è pertanto il fulcro di un ristorante e tutto è legato alle sue capacità di preparazione, di inventiva, di creatività, di abbinamento e molto altro. Sembra ovvio, ma non lo è: un ristorante potrebbe eccellere nel servizio, nei prezzi, nell’estetica, nell’intrattenimento, nella pulizia ma senza uno Chef qualificato e capace, allora perderebbe i clienti nell’arco di poco tempo. Questo è un dato di fatto. Quante volte, recandovi nello stesso ristorante a mangiare, avete notato che, magari rispetto all’ultima volta, il cibo aveva un sapore meno, come dire, coinvolgente e poco dopo avete saputo che era cambiato lo Chef? Siete ritornati in quel ristorante? Di certo, salvo casi particolari (come per esempio, il caso in cui si tratta del ristorante di un vostro amico), non siete tornati.

Prima si diceva che, grazie alle numerose trasmissioni che ultimamente affollano i nostri canali TV riguardo alla professione dello Chef, questa figura è diventata oltremodo conosciuta. Tuttavia non si può non guardare il rovescio della medaglia: tutti, oggi, si sentono Chef. Questo è accaduto perché guardando una trasmissione (benché sicuramente non sia quello lo scopo delle trasmissioni che, d’altronde, stanno invece cercando di far emergere un mondo fino a qualche tempo fa sconosciuto) non si percepiscono tutti gli aspetti, specie quelli più importanti, che ruotano intorno a questa figura e, anzi, si ha quasi la percezione che ci voglia così poco per essere Chef che tutti vogliono diventarlo.

La verità, invece, è che uno Chef è prima di tutto una persona con i propri sogni, la propria vita, le proprie debolezze. È un professionista, che porta con sé il bagaglio dell’esperienza, delle proprie competenze, delle proprie tecniche, della creatività e della delusione talvolta. Un vero Chef è una persona umile, che si mette sempre in gioco e che ha sempre il desiderio di scoprire nuovi orizzonti. È uno che fatica ogni giorno per migliorarsi; che studia e che continua a formare la propria cultura culinaria per tutta la vita e che cerca di legare spesso la tradizione all’innovazione, il vecchio con il nuovo.

Lo Chef è un ricercatore sempre attento alle novità; un pianificatore meticoloso ma anche un improvvisatore. Si potrebbe continuare ancora nel descrivere cosa sia uno Chef. Tuttavia, si tratta di parole che non darebbero giustizia a questa figura meravigliosa; parole che descriverebbero sempre lo Chef solo in base al suo lavoro, e il suo lavoro è “cucinare”. Quindi, per rispondere alla domanda: cosa è uno Chef? La risposta è: lo Chef è un cuoco. Ma ciò non basta per diventare Chef.

Alcuni “cuochi” si trasformano in qualcos’altro, diventano qualcun altro che non è più “uno che cucina”. E sono due gli ingredienti principali che permettono una tale trasformazione: la passione e l’ispirazione. È per questo che si può affermare senza nessun rischio di smentita, che per prima cosa, e soprattutto, uno Chef è un’artista!

Lo Chef è colui che crea i piatti, non è uno che soltanto li prepara. Lui li dipinge e li rende vivi. E ogni Chef ha un suo stile e nel piatto che ricevono i commensali, questo stile è profuso, e in quei piatti ognuno può scoprire quell’arte, l’arte di essere Chef!

Contattaci

Tutti i campi sono obbligatori, la tua privacy è protetta!
scrivi qui il numero
© 2017 Ristorantiditalia.eu di Tribastone Salvatore - v.le Margherita, 9 - 97100 Ragusa - P.IVA: 01214770883